L’aumento dei cyberattacchi: come prevenirlo

Cyberattack

PAROLA D'ORDINE: AGGIORNARE!

Il 2023 si apre con un attacco a sistemi VMware non aggiornati, un bug che era già stato risolto dal produttore nel 2021. Infatti, causa dell’attacco è la vulnerabilità contraddistinta dalla sigla CVE-2021–21974, dove 2021 è l’anno in cui è stata scoperta.
Questo ci dimostra ancora una volta che molti server e PC non sono adeguatamente aggiornati o hanno sistemi operativi obsoleti, soprattutto quelli esposti su Internet utilizzati per servizi pubblici e dati sensibili.

VMware è una piattaforma di virtualizzazione molto diffusa, che consente di simulare su un server o un computer uno o più sistemi operativi. L’attacco ha colpito server e computer dove sono presenti servizi digitali sia di aziende private che della Pubblica Amministrazione, causando una diffusione importante del rallentamento e del blocco dei servizi.

Importante e non “massiccia” come viene riportato in alcuni articoli. Infatti, le statistiche di Censys riportano che su un totale di circa 1800 sistemi l’Italia è coinvolta per ora solo con 18 unità. 

Vedi dati aggiornati: clicca qui

Per prevenire futuri attacchi, è importante configurare correttamente i sistemi, aggiornarli e non esporli in rete se non sicuri. Inoltre, bisogna anche aggiornare tutti i sistemi presenti all’interno delle reti aziendali, poiché un attaccante, una volta fatta breccia, potrebbe trovare sistemi vulnerabili e sfruttare le falle per compiere attività dannose.

Vi siete mai chiesti se la Vostra rete informatica, più o meno complessa e numerosa, è potenzialmente aperta ad attacchi?

Website ©2020 A&B Sistemi srl - www.aebsistemi.it - www.aebsistemi.com - www.aebufficio.it - www.aebufficio.com | Tutti i contenuti, nomi, marchi registrati, grafica e immagini associati sono marchi registrati e/o materiale protetto da copyright dei rispettivi proprietari. Tutti i diritti riservati.